Crea sito

Prossimo appuntamento

 

Sabato 23 Settembre 2017
Start ore 21:30

Saranno con noi

Assiduo

https://www.facebook.com/Assiduo-793412457422062/

Duo formato da GpDoom (Gianpaolo Impero) (Chitarra Organo e Theremin) e Carlo Maria Graziano (Batteria e Theremin);
gia insieme nei Fun house project che li vede reinterpretare brani dei Doors. Propongono un avant rock dalle forti caratteristiche psichedeliche che, alternato a potenti fasi caotiche, adotta sonorità rigorosamente anni '70. Le acrobazie strumentali fanno il resto per una musica che, pur non rinunciando alla forma - canzone, è costantemente tentata di distruggerla (fonte Facebook)


Pennelli di Vermeer

https://www.facebook.com/pennellidivermeerfanpage/

"Pensavamo di essere solo una rock band ma, causa la nostra trasversalità, abbiamo capito che siamo qualcosa di più. Qualcosa di non etichettabile, che sfugge a categorie e generi precisi. Siamo alchimisti della musica e il nome Pennelli di Vermeer lo consideriamo solo un "marchio" che contraddistingue un laboratorio espressivo privo di confini (gli unici sono quelli del palcoscenico) dove l'Arte è intesa come esperienza esistenziale, ricerca e terapia". (fonte Facebook)

Scapestro

https://www.facebook.com/ScapestroOfficial/

Sognatore, Scanzonato, Scapestro è un personaggio dei nostri tempi. La rottura con un modo di fare arriva sempre senza preavviso e Scapestro si ritrova a sperimentare il vuoto di esperienze, gesti, abitudini non desiderate.L'unico modo è fare un po' di vuoto intorno...(fonte Facebook)

Rainblues

Luigi De Cicco e Antonello Orlando si sono conosciuti 6 anni fa in una sala del conservatorio San Pietro a Maiella dove avvenivano jam session clandestine. Uno dei due aveva le scarpe più rosse dell'altro. L'altro aveva una chitarra più rossa dell'altro. Entrambi suonavano (e suonano) la sei corde in tutte le posizioni, a qualsiasi ora, con ogni attrezzo, con ogni vestito. Poi per un pò non si sono visti: un crossroad gli ha moltiplicato le strade e loro le hanno intraprese ognuno per i fatti suoi. Le scarpe rosse sono diventate dei mocassini, la chitarra rossa adesso è di un fiesta red che tende al rosa big bubble. A distanza di sei anni si reincontrano per dirsi tutte le cose che hanno visto, le avventure che hanno vissuto, le ghost notes che hanno accarezzato , scegliendo un tema sempre caro: il blues. Quello delta con lo slide, che è spirituale, ed è adatto a raccontare le storie tristi , e qualche volta quelle allegre. Mischieranno le loro storie a quelle della grande Depressione del 1929, qualcuno giura che la loro depressione a volte è più grande ancora.Sarà bello come saltare su un treno già in corsa, con le scarpe rosse.

Fernweh