Crea sito

I 49 anni del C.A.T.

1968: Una ventina di giovani, lì, a via Regina Margherita, nel Circolo Artistico, in Castellammare di Stabia, capeggiati da Ciro Madonna, fondarono il C.A.T.. Si vide subito, hanno detto, fin dalla prima rappresentazione, “O’ SCARFALIETTO” di Eduardo Scarpetta, che non si sarebbe trattato di un episodio isolato.                                                          

1969: FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo.                                              

1970: L’ULTIMO SCUGNIZZO di Raffaele Viviani. E cominciò il “viaggio” con Viviani: e fu un viaggio d’amore, di ricerca, di passione, di sconforto, di sacrifici, di risate, di urla e di voci, “voci”.                                                                                              

1970: BALLATA POPOLARE (si celebra il 20° Anniversario della morte di Viviani) Recital di canti e liriche.                                                                                                                           

1971: PROFILI  DI  TEATRO NAPOLETANO (“ ‘O Vico” di Viviani e “Mese Mariano” di S. Di Giacomo).                                                                                                  

1972: FATTO DI CRONACA. Ancora Viviani . E che Viviani!                                         

1973/75: SALVATORE DI GIACOMO – POETA. Un vero e proprio “bagno” nella poesìa; e ancora studio, ancora amore, per rendere teatro quanto di più lirico esita nel dettato artistico partenopeo.                                                                                                      1976/77: DIMANE, N’ATO JUORNO. Il C.A.T. è Cooperativa di Teatro e Ciro Madonna, per amore o per forza, diventa Autore, per dire con parole ed accenti nuovi le cose di sempre e di tutti.                                                                                                  

1978: LU CUNTO ANTICO E LA BALLATA NOVA. (“’O Gliuommero” di Ciro Madonna e “Na Campagnata ‘e tre disperate” di A. Petito).                                                       

1979:SALVATORE DI GIACOMO – POETA. Di nuovo, sempre portentoso.                      

1980:CUMPAGNE E CARE AMICE. (30° Anniversario della Morte di Viviani). Spettacolo antologico di C. Madonna e  I. Celoro.                                                                              

1981/82:VADO A VENEZIA. Di C. Madonna. Storia di un’amarezza che diventa ironia.                                                                                                                           

1982/83: LA CASA N.8. Sempre il cuore grande di Ciro Madonna                                                                                                 

1983/1984:IL SAN CARLINO E IL SUO RE. C. Madonna ci racconta la storia di un teatro di ieri, per imparare a far teatro oggi.                                                         

1984/85:CERRIGLIO CLUB E DINTORNI. C. Madonna ci racconta la storia di un teatro non-teatro di domani.                                                                                                    

1985/86:IL ROMANZO DI UN FARMACISTA POVERO. Ritorno di E. Scarpetta, per sorridere  ancora.                                                                                                

1987:P’ARTETECA E P’’A FOIA. Nell’approssimarsi del Centenario della nascita di R. Viviani, riprende la nostra appassionata “corsa d’amore”.                                                                          1987/88/89. La Coop. di Teatro C.A.T. redige i Quaderni Vivianei che vengono distribuiti agli alunni di tutte le Scuole di ogni ordine e grado. A tutti loro il C.A.T. illustra la Figura e l’Opera del geniale Artista Stabiese.                                                                                                               

1988:RAFFAELE VIVIANI…NA VITA!  Un vero colossal, indimenticabile omaggio del C.A.T. a Viviani.                                                                                           

1988/89:CU ‘A FAMMA E CU ‘O CCAPI'(Ancora Viviani.: “Via Partenope” e “Caffè di notte e giorno” ).                                                               

1989:ASPETTANDO…VIVIANI. (strepitoso Recital, in attesa di un teatro Comunale da dedicarGli).                                  

1989/90:EDUARDO!...EDUARDO” . Recital per Eduardo de Filippo                                                                       

1990:PROVA DI ABILITA’. E di  nuovo il teatro di C. Madonna. Aspro ed esaltante                                                                                            

1990:UN  UOMO…  (40° anniversario della morte di Viviani). Invitato, il C.A.T. porta questo spettacolo su Viviani ad un Convegno organizzato dall’Università di Trieste, in collaborazione con il Magistero di Salerno, al Teatro Miela di Trieste.                                                                                                      

1991:Durante le prove di un nuovo spettacolo, la notte del 31 gennaio 1991, a cui nessuno può dire di no convoca Ciro Madonna lassù e gli affida fantastiche regie con attori divini e musicisti celestiali. Ciro fa in tempo a dare il titolo al suo ultimo spettacolo : FRAMMENTI D’AMORE. Un vero testamento artistico andato in scena, postumo, il 12 aprile del 1991.                                                                                                    

1991: IO TENEVO N’AMICO… Il 3 settembre i suoi discepoli salutano Ciro con uno spettacolo-recital, compendio delle sue opere.                                                             

1992/93: LA SVEGLIA faticosamente si ricomincia: questa commedie di Celoro è la scossa giusta.                                                                                                                   

1993/94: NAPULE, NU CUNTO CUNTATO E CANTATO, recital di canti e poesie napoletani

1994:CHISTO E’ ‘AMMORE!...e cantiamo l’amore. Noi, innamorati, sempre.                              

1994/95:BUONU NATALE... recital di canti e liriche   dedicate ai mestieri di una volta                                                                                       

1995:SCORIE. Commedia amara di Italo Celoro...                                                              

1995:’O MARE E ‘A RENA Aggrappati a “voci”, umori, fiabe della nostra terra. Per dignità.                                                                                                                             

1996:NCE STEVA NA VOTA NA PRINCIPESSA. Di I. Celoro. grazie al teatro del C.A.T. si accendono i riflettori su una ricchezza abbandonata e da recuperare: La Reggia di Quisisana .                                                                                                        

1997:TANNO E MO. Teatro di ieri e di oggi.                                                                 

1997:VIA TOLEDO DI NOTTE. Cento decimo anniversario della nascita e riprende il viaggio con Viviani, anche nelle scuole; sempre in attesa di un Teatro comunale da intitolarGLI.                                                                                                               

1998:DAI, CUORE, FINCHE’ PUOI. Commedia umana di I. Celoro per rimanere come siamo, nonostante tutto.                                                                         

1998:FRENNESIA. Pièce esilarante sulla schizofrenia del teatro.                                      

1999:IL PENDOLO MAGICO. Commedia fantastica per sognare ancora.       

2000:VEDIMMO ‘E LL’ACCURDA’ STU CUNCERTINO. Megaspettacolo per le celebrazioni del 50°anniversario della morte di Viviani, sempre in attesa del “suo” Teatro comunale.                                                                                                                   

2001. “IL PUBBLICO SOVRANO”: “SIMMO NUIE STI GUARATTELLE”. Due spettacoli tratti dalle opere di Ciro Madonna per le celebrazioni del 10° anniversario della sua scomparsa.                                                                                              

2001: PADRONI DI BARCHE. Il C.A.T. mette in scena anche l’unica commedia di Viviani ambientata nella nostra città.                                                                                  

2002: I CASI SONO DUE. (di A. Curcio) il C.A.T.  apre una pagina del tutto nuova nella sua già lunghissima storia ed inaugura la sala teatrale “Ciro Madonna” in via Surripa a C.mare di Stabia con annessa Scuola di teatro.                                                           

2002:E CHE MISERIA!. (“Miseria bella” di P. De Filippo e “Gli invisibili” di I.Celoro)                                                                                                                                      

2003: LO SPIONE DELLA SCALA C. (di Samy Fayed) e

2003: “QUANNO CCHIU' NOTTE SE FA' (di e da Viviani).                                                                                                                                           

2004: ‘O PUGRESSO? MORE ‘O FESSO! (di e da R.Viviani                                                   2004/05: NASCE IL CAT J. Gruppo di appoggia alla Cooperativa di Teatro C.A.T. formato dagli allievi della Scuola di Teatro.                                                   

2004:CLIENTES. Commedia amarissima di I.Celoro, in difesa di una dignità in grave pericolo.                                                                                                                  

2005:NU MESE ‘O FFRISCO. Di P. Riccora

2005: I VECCHI DI SAN GENNARO capolavoro in tre atti di R. Viviani                                                                                   

2005/06:LA SVEGLIA. di I.Celoro

2006: EDUA’!...PEPPI’!... (“Gennareniello” di Eduardo e “Raffaele e il trombone”) di Peppino De Filippo.           

2006:IL CARO ESTINTO (di I.Celoro) Un inno alla vita raccontando la morte.                                    

2006: LA BOTTEGA DEL CAFFE’. Per il 300° anniversario della nascita di C. Goldoni.                                                                                                                                    

2007: LA MORTE DI CARNEVALE. Di nuovo Viviani, di un nuovo capolavoro della sua maturità.                                                                                                                 

2007: ‘O TUONO ‘E MARZO. di V. Scarpetta.                                                          

2008:T’ALLICUORDE, ON SALVATO’? Omaggio a S. di Giacomo, nel 40° del C.A.T. inizia una sorta di “ritorno all’antico”                                                                               

2008: IL ROMANZO DI  UN FARMACISTA POVERO. A cura del CAT – J, un’opera legata alla storia della Coop. di Teatro C.A.T.                                                           

2008: FATTO DI CRONACA. Ancora Viviani (capolavoro in tre atti) nel segno di un’emozionante continuità.                                                                                                              

2008/09: LIBERTA’ E’ NA PALUMMELLA… . il CAT-J propone una novità di I. Celoro. Questo lavoro può considerarsi l’ultimo “atto d’amore” di Celoro nei confronti del “nostro” teatro.                                                                                                                                          2009: COMM’A NU SUONNO: NAPULE! Spettacolo in due tempi di I.Celoro. Brani teatrali, canti e liriche alla scoperta di un sogno chiamato “Napoli”.                                                                      

2009: JUCANNO… PAZZIANNO CU ‘A VITA! Due atti unici “Quei figuri di trent’anni fa” di Eduardo De Filippo e “Cupido scherza e spazza” di P. De Filippo                                                

2009: DITEGLI SEMPRE DI SI. Comicissima commedia in due atti di E. De Filippo                                    

2009: NCE STEVA NA VOTA NA PRINCIPESSA. Comicissima fantacommedia in due tempi di I. Celoro

2010: LA FIGLIATA. Nel 60°anniversario della scomparsa di Raffaele Viviani, il C.A.T. intende dedicargli un intero anno di attività.                                                                            

2010: SANTA LUCIA NOVA. di R. Viviani. Brillantissima commedia in due atti.         

2010: LO SPOSALIZIO. Commedia in  due atti comicissima di R.Viviani                                   

2010. L’ULTIMO SCUGNIZZO. Il C.A.T. rimette in scena lo straordinario capolavoro in tre atti di R.Viviani.

2010: DANTE. E' la volta di tre spettacoli nei quali Italo Celoro trasfonde il suo grande amore per Dante e la Divina Commedia: Nel Mezzo del Cammin di nostra vita(I canto dell'Inferno), Per me si va nella città dolente(3° canto dell'Inferno), Amor ch'a nullo amato amar perdona(5° canto dell'Inferno).

22 maggio 2010: Italo,il nostro presidente, padre e amico viene scritturato per la tourneè a cui nessuno può dire di no...Cià Professò!

OTTOBRE 2010: i ragazzi del C.A.T., si rimboccano le maniche e con NON TI PAGO di E. De Filippo, aprono la stagione teatrale 2010/11 alla Sala Teatrale “Ciro Madonna”.

2010: LO STRANO CASO DEL DR JEKYLL E MR. HYDE: (di R. L. Stevenson) attraverso una sapiente mescolanza di momenti narratuvi e momenti più squisitamente teatrali, il C.A.T. fa rivivere uno dei più grandi classici della letteratura anglosassone.

2010: A CHRISTMAS CAROL(IL CANTO DI NATALE): di C. Dickens. Quale modo migliore di festeggiare il natale se non attraverso la magia del teatro che racconta una fiaba?

2011:QUESTI FANTASMI: di E. De Filippo.

FEBBRAIO 2011: inizia per il C.A.T. una nuova avventura: Martedì al CINEFORUM.

2011: LA CENA DEI CRETINI: di F. Veber.

MAGGIO 2011: A TTE...! PE TTE...! CU TTE...! Omaggio a tre grandi stabiesi: Viviani, Madonna e Celoro.

2011- RICOMINCIA LA STAGIONE TEATRALE ALLA SALA TEATRALE “CIRO MADONNA”. Il C.A.T. da novembre a maggio metterà in scena più di 20 commedie, tra cui tre debutti:

LA FORTUNA CON LA F MAIUSCOLA,comicissima commedia di E. De Filippo e A. Curcio.

ARSENICO E VECCHI MERLETTI di J. Kesselring. Dopo lo strepitoso successo raccolto dalla CENA DEI CREITINI, di F. Veber, il C.A.T. torna in scena con un nuovo comicissimo capolavoro europeo.

PISCATURE di R. Viviani. Il primo amore non si scorda mai!

2012: A PIEDI NUDI NEL PARCO, commedia di Neil Simon

2012: LA MUSICA DEI CIECHI di R. VIVIANI

2012: A CHRISTMAS CAROL, adattamento teatrale del romanzo di Ch. Dickens

2013: L’IMBROGLIONE ONESTO di R. VIVIANI

2013: IL PAPOCCHIO di SAMY FAYAD

2014: IL ROMPIBALLE di FRANCIS VEBER

2014: ‘MPRIESTEME A MUGLIERETA di CARLO GUARINO

2014: ‘O VICO di R. VIVIANI

2015: FERDINANDO di ANNIBALE RUCCELLO

2015: I CASI SONO DUE di ARMANDO CURCIO

2015: NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS, adattamento teatrale della novella di Tim Burton

2016: EDUARDO DA CAMERA, Cinque atti unici di Eduardo de Filippo.

2017: SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA SBORNIA, di Eduardo de Filippo